Passa ai contenuti principali

Post

Spiagge, abrogato obbligo distanziamento fra ombrelloni Fonte: MondoBalneare.com

Le nuove linee guida del ministero cancellano gran parte delle misure di sicurezza che gli stabilimenti balneari dovevano rispettare per il contenimento del covid Fonte: MondoBalneare.com È ufficiale: i titolari di stabilimenti balneari dalla prossima estate non dovranno più rispettare il distanziamento fra ombrelloni che ha caratterizzato le ultime due stagioni a causa della pandemia del covid-19. Lo stabilisce l’ordinanza del Ministero della salute pubblicata lo scorso 4 aprile in Gazzetta ufficiale, che abolisce gran parte delle misure di sicurezza in precedenza in vigore per limitare la diffusione del coronavirus che ha sconvolto le nostre vite a partire da febbraio 2020. CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO  
Post recenti

Stabilimenti balneari, in Abruzzo il mare tutto l’anno

  Godere la bellezza del mare in tutte le sue sfumature nelle quattro stagioni: da ora sarà possibile, in Abruzzo, grazie al via libera della Regione che ha concesso agli stabilimenti balneari di restare aperti tutto l’anno. Riccardo Padovano, presidente Sib Confcommercio parla di una svolta importante nella balneazione. Gli stabilimenti balneari potranno essere attivi tutto l’anno, non solo d’estate, con una serie di iniziative rivolte a chi ama il mare, come ad esempio l’elioterapia, oppure particolari sedie con protezione per guardare il mare, nonostante il freddo, nella sua impetuosità d’inverno o viverlo nella calma dell’autunno e della primavera. I balneari hanno chiesto un’area ad hoc proprio per attuare queste iniziative che potrebbero garantire un maggiore afflusso di turisti tutto l’anno, e riscoprire il mare nelle altre stagioni, quando, forse, è ancora più affascinate. Padovano parla di questa iniziativa come una delle prime in Italia. Quanto alle concessioni demaniali e re

Estate, manca il personale negli stabilimenti

La stagione è alle porte ma le difficoltà nel trovare lavoratori sono più del previsto. Montagnoli: "Mancano anche i giovani" Difficoltà nel reperimento di forza lavoro e impedimenti nella lungimiranza degli investimenti a causa del blocco delle proroghe di concessioni demaniali, fermo al 2023. Queste le difficoltà che mettono a rischio il presente ed il futuro degli imprenditori del settore balneare del Fermano. A parlarne il responsabile regionale del sindacato balneari Confcommercio e titolare dello chalet Windsurf di Porto San Giorgio, Romano Montagnoli con Maria Teresa Scriboni responsabile d’Ufficio Confcommercio Fermo. "Il reperimento della forza lavoro – dice Montagnoli – è entrato in un trend negativo più di tre anni fa, per acuirsi anno dopo anno. Il problema colpisce diversamente le strutture stagionali da quelle che lavorano tutto l’anno. Le prime, che offrono lavoro estivo, riescono meglio a sanare le difficoltà con studenti e persone che hanno voglia di lav

Direttiva Bolkestein: il governo decide il futuro delle spiagge e dei porti italiani

  In Italia l’applicazione della direttiva Bolkestein sta raggiungendo le battute finali. Domani 29 marzo la X commissione del Senato esaminerà gli oltre mille emendamenti presentati al disegno di legge sulla concorrenza, tra cui emerge la proposta per riassegnare le concessioni demaniali marittime avanzata dal Consiglio dei Ministri, in recepimento alla direttiva Bolkestein del 2006. Nonostante la ratifica avvenuta nel 2010, gli esecutivi italiani sono stati restii ad applicare la norma europea, così come dimostra l’estensione delle concessioni balneari fino al 31 dicembre 2033 disposta dal governo Conte I. Tra il 2020 e il 2021 si è registrato però un cambio di rotta, in termini di politica interna ed esterna. Nel dicembre del 2020 la Commissione europea ha inviato all’Italia una lettera di messa in mora relativa al rinnovo automatico delle concessioni balneari, minacciando di ricorrere alla procedura d’infrazione nel caso di ulteriore disallineamento alla direttiva da parte delle is

Romagna, un convegno per celebrare le cooperative tra stabilimenti balneari Fonte: MondoBalneare.com

  Un convegno per celebrare la consolidata storia delle cooperative tra stabilimenti balneari, che hanno reso il sistema turistico emiliano-romagnolo innovativo e unico al mondo. Organizzato da Legacoop, l’appuntamento è intitolato “Cooperazione tra stabilimenti balneari. Innovazione e aggregazione per la spiaggia, il turismo e la comunità“, è in programma lunedì 4 aprile alle ore 9.30 al Palacongressi di Bellaria Igea Marina (via Uso 1) e sarà l’occasione non solo per fare il punto della situazione sulla riforma delle concessioni demaniali marittime in discussione in questi giorni in Senato, ma anche per celebrare i primi 50 anni delle Cooperative bagnini di Bellaria Igea Marina, Fonte: MondoBalneare.com CONTINUA A LEGGERE

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

Grande successo dell'iniziativa organizzata dall' Universal caffè presso l' Hotel Bellavista di Roseto. Il corso rivolto alle strutture appartenenti alla cooperativa Balneatori di Roseto e Pineto , e tenuto dai maestri della Master coffee Academy , ha avuto l'obbiettivo di dare a tutti gli operatori baristi dei cenni fondamentali sul mondo della caffetteria. Dalla storia del caffè, fino alla sua diffusione nel mondo, dalle regole fondamentali per ottenere un espresso di qualità fino a quelle per utilizzare in modo adeguato gli attrezzi e gli strumenti del mestiere. Il direttivo della cooperativa ci tiene a ringraziare l' Universal caffè ed in particolare il sig. Franco Pomponio che hanno dimostrato ancora una volta la loro vicinanza ai soci della stessa. Un ringraziamento particolare anche ai titolari dell 'hotel Bellavista che hanno messo a disposizione i propri locali per ospitare il corso.

CONCORRENZA, CLASSI DIRIGENTI LOCALI E CORPORAZIONI ALL’ATTACCO DI DRAGHI

 L’imprenditore è mestiere per lo Stato, dicono con qualche imbarazzo e sottovoce, tra loro, partiti e sindacati italiani.  Ci spiegano, questo sì, a gran voce, che non si tratta di tutelare i tutelati ma di generosità nei confronti degli utenti, del resto solo la mano pubblica e la sua famosa efficiente gestione diretta possono proseguire nel garantire a tutti servizi di qualità. Ecco dunque che su una vera apertura al mercato dei servizi pubblici locali, delle concessioni balneari, dei taxi o ncc, del trasporto ferroviario regionale, rischia di arenarsi il percorso liberale italico, stimolato in primis dalle normative europee per le quali la concorrenza è strumento di crescita e sviluppo, oltreché, naturalmente, di maggiore libertà imprenditoriale del soggetto privato. Clientelismi e rendite di potere corroborano ancora i principali partiti italiani nelle loro articolazioni locali, non disposti, quindi, a perdere questi asset che ne legittimano ancora una forza locale e un potere di

-------------Partner cooperativa---------------------

-------------Partner cooperativa---------------------
Passione cinquant'anni in un chicco Profuma di casa e di terre lontane; è ospitalità, gentilezza, amicizia. E' famiglia. La storia di una famiglia che i suoi cinquant'anni li raccoglie e li sviluppa in un chicco di caffè.

-----------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------
Gelati - Ristorazione - Fast food Algida nasce nell'immediato dopoguerra. Il primo prodotto venuto alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino.