Passa ai contenuti principali

Concessioni balneari, da Casanova a Santanchè il partito trasversale dei «bagnini»

 di Giuseppe Alberto Falci

Massimo Mallegni (Forza Italia): al governo chiedo di più. Umberto Buratti (Pd) non tutte le concessioni marittime sono uguali


Ogni partito (o quasi) ha il suo ombrellone. E infatti Massimo Mallegni ci scherza su: «Sono aggrappato all’ombrellone della Bolkestein». Il senatore di Forza Italia, già sindaco di Marina Pietrasanta, è titolare di un albergo a 4 stelle. Il padre invece gestisce uno stabilimento balneare. Ed è forse per tale ragione se l’emendamento del governo al disegno di legge sulla concorrenza che per la prima volta liberalizza il settore degli stabilimenti balneari, mettendo a gara pubblica le concessioni, gli fa dire che quello che è stato fin qui «non è stato affatto un privilegio». «È la solita vecchia storia folle di chi non arriva all’uva e dice che è acerba. È l’invidia sociale. Stiamo parlando di persone che hanno investito tutta la loro vita in quel pezzo di spiaggia. Che vivono non nelle ville di lusso ma nella casa di guardianaggio». Così, nelle ore in cui il governo ha discusso e votato all’unanimità la norma, Mallegni è stato incollato al telefono con la delegazione ministeriale di Forza Italia: «La mattina ho detto a Mariastella Gelmini: “Segui attentamente la questione”. Il provvedimento iniziale non era votabile. Poi sono stati apportati degli aggiustamenti». Sufficienti? «Se fossi stato io al governo avrei fatto altri cambiamenti. Adesso la sede deputata è il Parlamento. Il testo del Consiglio dei ministri è solo una traccia...», avverte sempre Mallegni che aggiunge di ricaricare continuamente la batteria del telefono per le molteplici chiamate che riceve da Marina di Pietrasanta.


Una cosa non dissimile sarà successa ad Elena Raffaelli, deputata della Lega, riminese. Raffaelli ha interessi nel settore, essendo socia di Bagno 88 e Bagno 87 a Riccione. Eppure resta silente: «Al momento non rilascio dichiarazioni». Sempre in casa Lega, avrà seguito la vicenda l’europarlamentare Massimo Casanova, titolare del Papeete di Milano Marittima, location vacanziera anche di Matteo Salvini. Ecco poi il democrat Umberto Buratti, già sindaco di Forte dei Marmi, che fino a qualche mese fa possedeva le quote del Bagno Impero: «Sicuramente voterò il provvedimento, ma vorrei aggiungere che sul demanio marittimo non ci sono solo gli stabilimenti balneari. Per questo, una riforma deve essere organica e riguardare tutte le diverse tipologie di concessioni». Lotterà contro il provvedimento del governo Riccardo Zucconi, parlamentare di Fratelli d’Italia, gestore di alberghi e ristoranti in Versilia. La difesa, anche in questo caso, è totale anche perché Zucconi teorizza una proroga di altri 30 anni per gli attuali concessionari: «Questo Consiglio dei ministri espropria 30 mila aziende balneari». È una furia e lo esterna senza nascondersi Daniela Santanchè, senatrice meloniana, socia del Bagno Twiga assieme a Flavio Briatore. «Ci sono stabilimenti balneari a gestione familiare che saranno soppiantati dai grandi gruppi. Noi combatteremo per loro. Faccio questo lavoro da 22 anni, se domani non ci sarà più il Twiga a Forte dei Marmi, di sicuro diminuirebbe l’offerta turistica. Perché i locali fanno i luoghi….».

Commenti

Post popolari in questo blog

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

  La cooperativa è lieta di annunciare che nei giorni giovedì 17 Marzo e giovedì 24 Marzo , dalle 15.00 alle 18.00 , presso l' hotel BELLAVISTA di Roseto , si terranno dei corsi di formazione e aggiornamento riguardanti il mondo del caffè. I corsi sono rivolti ad i titolari e ad i dipendenti degli stabilimenti balneari, campeggi ed hotel che fanno parte della COOPERATIVA BALNEATORI DI ROSETO E PINETO . I corsi sono organizzati dalla UNIVERSAL CAFFE' e si terranno in collaborazione con la MASTER COFFEE ACADEMY . Il corso che si terrà giovedì 17 Marzo è rivolto ad i soci di Pineto  Il corso che si terrà giovedì 24 Marzo ad i soci di Roseto e Cologna qualora uno sia impegnato in una delle due date può tranquillamente partecipare all'altra indipendentemente se di Roseto e Pineto. I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI  La cooperativa Balneatori a nome del direttivo ci tiene a ringraziare la ditta UNIVERSAL CAFFE' per lo sforzo economico sostenuto per organizzare i corsi.

SIAMO FORSE IN DITTATURA ?

 DRAGHI CONTRO TUTTI Per le prima volta oltre a postare un articolo mi permetto di entrare più nel merito della questione facendo alcune considerazioni personali su quello che c'è scritto nel ritaglio di giornale pubblicato qui sopra. Io personalmente ho sempre avuto la sensazione che in realtà non stiamo combattendo contro la politica Italiana, o almeno solo con una parte di essa, la sensazione e che più che altro stiamo combattendo contro un solo uomo, il sig. Draghi , che in questi giorni si sta facendo portatore degli interessi dell'Europa, fregandosene completamente di quelli che sono gli iter che solitamente portano all'approvazione di qualunque provvedimento che riguardi il nostro paese. Questo concetto risulta ancora più palese in quella che è la nostra situazione, vedasi decisione consiglio di stato e vari tentativi alla chetichella, di far approvare l'emendamento sulla riforma del settore, che avrebbe definitivamente messo la pietra tombale sulla nostra categ

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

Grande successo dell'iniziativa organizzata dall' Universal caffè presso l' Hotel Bellavista di Roseto. Il corso rivolto alle strutture appartenenti alla cooperativa Balneatori di Roseto e Pineto , e tenuto dai maestri della Master coffee Academy , ha avuto l'obbiettivo di dare a tutti gli operatori baristi dei cenni fondamentali sul mondo della caffetteria. Dalla storia del caffè, fino alla sua diffusione nel mondo, dalle regole fondamentali per ottenere un espresso di qualità fino a quelle per utilizzare in modo adeguato gli attrezzi e gli strumenti del mestiere. Il direttivo della cooperativa ci tiene a ringraziare l' Universal caffè ed in particolare il sig. Franco Pomponio che hanno dimostrato ancora una volta la loro vicinanza ai soci della stessa. Un ringraziamento particolare anche ai titolari dell 'hotel Bellavista che hanno messo a disposizione i propri locali per ospitare il corso.

-------------Partner cooperativa---------------------

-------------Partner cooperativa---------------------
Passione cinquant'anni in un chicco Profuma di casa e di terre lontane; è ospitalità, gentilezza, amicizia. E' famiglia. La storia di una famiglia che i suoi cinquant'anni li raccoglie e li sviluppa in un chicco di caffè.

-----------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------
Gelati - Ristorazione - Fast food Algida nasce nell'immediato dopoguerra. Il primo prodotto venuto alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino.