Passa ai contenuti principali

“Almeno 50% della spiaggia sia libera”: le proposte shock di Co.Na.Ma.L. al Senato

 Audizione questa sera alle 20.30 nella X commissione del  Senato 8 febbraio sulle concessioni demaniali del Coordinamento Nazionale Mare Libero (Co.Na.Ma.L.) presieduto dall’avvocato Roberto Biagini. Le audizioni sono in preparazione dell’approvazione della legge sulla concorrenza. L’accelerazione data dalla sentenza del Consiglio di Stato sulle concessioni demaniali (tutte a gara entro il 2023) ha portato ad una accelerazione anche della legge di riordino. Ora sarà il governo a decidere se intervenire nella legge concorrenza o con un’apposita legge sul demanio turistico.


eADV


PUBBLICITÀ



Queste le proposte che verranno presentate ai Senatori. Proposte nette, alcune che rivoluzionerebbero l’attuale assetto delle spiagge italiane.


Restituire il mare alla comunità: vogliamo che sia sempre garantita la massima visibilità, la totale accessibilità e la piena fruibilità del mare e delle spiagge. Chiediamo che venga ristabilita la giusta e corretta gerarchia dell’ uso e della funzionalizzazione dei beni demaniali marittimi, delle spiagge. La corretta lettura, costituzionalmente orientata, del “bene demanio marittimo” che troviamo nel codice civile e nel codice della navigazione, impone di ristabilire il giusto rapporto tra regola ed eccezione: i beni pubblici devono essere primariamente al servizio della collettività generalizzata e solo in determinati casi, secondariamente ed eccezionalmente, possono essere “concessi” al privato per finalità di sfruttamento economico. Ed anche in questo caso è doveroso riaffermare sui beni pubblici i principi democratici riaffermando “la sostanza fisiologica” del regime concessorio.

Prevedere una percentuale minima “nazionale” di spiagge libere da rapportarsi a “livello comunale” (come statuito dalla Corte di Giustizia dell’ Unione Europea e dal Consiglio di Sato quando rapportano la “scarsità di risorse a livello dell’ ente locale comunale – e non nelle vicinanze di foci dei fiumi o di fosse di scolo-) in quanto le concessioni vengono rilasciate dagli enti locali territoriali comunali. Tale percentuale non deve essere inferiore al 50% delle spiagge presenti ad oggi in ogni singolo comune  con possibilità per le varie regioni di ampliarla ma non diminuirla a seconda delle varie morfologie territoriali.

Capitanerie di Porto di concerto con gli enti locali e con l’Agenzia del Demanio competente per territorio, si adoperino per esercitare le loro competenze in tema di incameramento dei beni “non facilmente amovibili” come previsto dall’ art. 49 del codice della navigazione per valorizzare il patrimonio immobiliare dello Stato e poi destinarlo eventualmente a scopi di pubblica utilità ( con modalità concessorie turistico-ricreativa ma anche no).

L’introito dei canoni demaniali (certamente rivisti e proporzionati al valore reale di mercato del bene demaniale oggetto di concessione) venga gestito direttamente dagli enti comunali in modo da eliminare la discrasia stigmatizzata dalla Corte dei Conti tra gestione (a carico dei comuni) e benefici (a vantaggio dello Stato) e in modo che i comuni stessi possano accollarsi la gestione diretta di altri servizi pubblici essenziali tipo quello del salvamento.

Le associazioni portatrici di interessi diffusi e collettivi a tutela dei beni pubblici partecipino con la stessa dignità dei rappresentati dei balneari ad ogni tavolo di discussione nazionale e locale

Dopo l’intervento dell’avvocato Biagini è intervenuto il presidente (Lega) cha dichiarato che non era d’accordo con le proposte avanzata dal presidente del Co.NL’associazione. Dalle spiagge libere al servizio di salvamentoa.Ma.L. Daniela Santanchè (Fratelli d’Italia) ha chiesto a Biagini come intende pagare la gestione del 50% delle spiagge libere richieste. La risposta non si è fatta attendere: “con la rimodulazione dei canoni, ha sostenuto Biagini, rivalutando i beni del demanio”

Commenti

Post popolari in questo blog

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

  La cooperativa è lieta di annunciare che nei giorni giovedì 17 Marzo e giovedì 24 Marzo , dalle 15.00 alle 18.00 , presso l' hotel BELLAVISTA di Roseto , si terranno dei corsi di formazione e aggiornamento riguardanti il mondo del caffè. I corsi sono rivolti ad i titolari e ad i dipendenti degli stabilimenti balneari, campeggi ed hotel che fanno parte della COOPERATIVA BALNEATORI DI ROSETO E PINETO . I corsi sono organizzati dalla UNIVERSAL CAFFE' e si terranno in collaborazione con la MASTER COFFEE ACADEMY . Il corso che si terrà giovedì 17 Marzo è rivolto ad i soci di Pineto  Il corso che si terrà giovedì 24 Marzo ad i soci di Roseto e Cologna qualora uno sia impegnato in una delle due date può tranquillamente partecipare all'altra indipendentemente se di Roseto e Pineto. I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI  La cooperativa Balneatori a nome del direttivo ci tiene a ringraziare la ditta UNIVERSAL CAFFE' per lo sforzo economico sostenuto per organizzare i corsi.

SIAMO FORSE IN DITTATURA ?

 DRAGHI CONTRO TUTTI Per le prima volta oltre a postare un articolo mi permetto di entrare più nel merito della questione facendo alcune considerazioni personali su quello che c'è scritto nel ritaglio di giornale pubblicato qui sopra. Io personalmente ho sempre avuto la sensazione che in realtà non stiamo combattendo contro la politica Italiana, o almeno solo con una parte di essa, la sensazione e che più che altro stiamo combattendo contro un solo uomo, il sig. Draghi , che in questi giorni si sta facendo portatore degli interessi dell'Europa, fregandosene completamente di quelli che sono gli iter che solitamente portano all'approvazione di qualunque provvedimento che riguardi il nostro paese. Questo concetto risulta ancora più palese in quella che è la nostra situazione, vedasi decisione consiglio di stato e vari tentativi alla chetichella, di far approvare l'emendamento sulla riforma del settore, che avrebbe definitivamente messo la pietra tombale sulla nostra categ

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

Grande successo dell'iniziativa organizzata dall' Universal caffè presso l' Hotel Bellavista di Roseto. Il corso rivolto alle strutture appartenenti alla cooperativa Balneatori di Roseto e Pineto , e tenuto dai maestri della Master coffee Academy , ha avuto l'obbiettivo di dare a tutti gli operatori baristi dei cenni fondamentali sul mondo della caffetteria. Dalla storia del caffè, fino alla sua diffusione nel mondo, dalle regole fondamentali per ottenere un espresso di qualità fino a quelle per utilizzare in modo adeguato gli attrezzi e gli strumenti del mestiere. Il direttivo della cooperativa ci tiene a ringraziare l' Universal caffè ed in particolare il sig. Franco Pomponio che hanno dimostrato ancora una volta la loro vicinanza ai soci della stessa. Un ringraziamento particolare anche ai titolari dell 'hotel Bellavista che hanno messo a disposizione i propri locali per ospitare il corso.

-------------Partner cooperativa---------------------

-------------Partner cooperativa---------------------
Passione cinquant'anni in un chicco Profuma di casa e di terre lontane; è ospitalità, gentilezza, amicizia. E' famiglia. La storia di una famiglia che i suoi cinquant'anni li raccoglie e li sviluppa in un chicco di caffè.

-----------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------
Gelati - Ristorazione - Fast food Algida nasce nell'immediato dopoguerra. Il primo prodotto venuto alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino.