Passa ai contenuti principali

Concessioni balneari, Fdi: “Abbiamo assistito alla svendita del nostro mare”



All'unisono i responsabili dei dipartimenti liguri coinvolti commentano la decisione del governo

Genova. Riceviamo e pubblichiamo dal partito di Fratelli D’italia in Liguria. “Nel 2018, dopo le violente mareggiate, molti balneari si sono dati da fare, alcuni indebitandosi, per far ritornare le nostre coste attrattive per i liguri ed i turisti. Lo hanno fatto anche nella certezza che le concessioni fossero confermate sino al 2033. Oggi non hanno più nulla, hanno investito, come sempre, per migliorare e per rendere la Liguria più appetibile per il mercato turistico ed invece si trovano traditi da chi un tempo non troppo lontano li aveva vezzeggiati ed illusi”.

I responsabili dei dipartimenti che sono coinvolti e hanno perorato la causa dei balneari il Liguria e a Roma firmano una nota: “è da ieri che siamo in ‘trincea’ e rispondiamo alle centinaia di messaggi scorati di un comparto che è patrimonio del nostro turismo e che da ieri è di fatto scomparso” confermano all’unisono Daniela Colombo – dipartimento regionale turismo FdI – Augusto Sartori – dipartimento ristorazione – che insieme a Costanza Bianchini e al suo vice Raffaello Bastiani che con la responsabilità del dipartimento balneari e concessioni demaniali si sono presi carico, in questi lunghi mesi, di rappresentare a Roma e in Europa gli interessi della nostra regione.

“Ad oggi 30mila imprese sono state spazzate via e tolte dal mercato e con loro i fornitori e i dipendenti che ruotano attorno a questo mondo che è fonte di reddito per migliaia di famiglie che contribuiscono a rendere l’Italia uno dei paesi con le coste meglio attrezzate in Europa, ma non bisognerà attendere il 2023 per vedere gli effetti sul turismo di questa decisione tanto folle quanto priva della degli interessi nazionali basterà attendere quest’estate perché già da adesso nessuno degli stabilimenti balneari certo di perdere la concessione farà investimenti se non quelli minimi per lo svolgimento della propria attività e nell’anno del caro bollette e della riapertura del turismo a pagarne gli effetti saremo tutti noi: ristoranti, alberghi, negozi, locali da ballo, bar e chiunque sia investito dal settore tursitico”, dice Fdi. “Quella fatta è una scelta contro gli interessi degli italiani”, concludono Daniela Colombo Augusto Sartori Costanza Bianchini Raffaello Bastiani.

Commenti

Post popolari in questo blog

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

  La cooperativa è lieta di annunciare che nei giorni giovedì 17 Marzo e giovedì 24 Marzo , dalle 15.00 alle 18.00 , presso l' hotel BELLAVISTA di Roseto , si terranno dei corsi di formazione e aggiornamento riguardanti il mondo del caffè. I corsi sono rivolti ad i titolari e ad i dipendenti degli stabilimenti balneari, campeggi ed hotel che fanno parte della COOPERATIVA BALNEATORI DI ROSETO E PINETO . I corsi sono organizzati dalla UNIVERSAL CAFFE' e si terranno in collaborazione con la MASTER COFFEE ACADEMY . Il corso che si terrà giovedì 17 Marzo è rivolto ad i soci di Pineto  Il corso che si terrà giovedì 24 Marzo ad i soci di Roseto e Cologna qualora uno sia impegnato in una delle due date può tranquillamente partecipare all'altra indipendentemente se di Roseto e Pineto. I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI  La cooperativa Balneatori a nome del direttivo ci tiene a ringraziare la ditta UNIVERSAL CAFFE' per lo sforzo economico sostenuto per organizzare i corsi.

SIAMO FORSE IN DITTATURA ?

 DRAGHI CONTRO TUTTI Per le prima volta oltre a postare un articolo mi permetto di entrare più nel merito della questione facendo alcune considerazioni personali su quello che c'è scritto nel ritaglio di giornale pubblicato qui sopra. Io personalmente ho sempre avuto la sensazione che in realtà non stiamo combattendo contro la politica Italiana, o almeno solo con una parte di essa, la sensazione e che più che altro stiamo combattendo contro un solo uomo, il sig. Draghi , che in questi giorni si sta facendo portatore degli interessi dell'Europa, fregandosene completamente di quelli che sono gli iter che solitamente portano all'approvazione di qualunque provvedimento che riguardi il nostro paese. Questo concetto risulta ancora più palese in quella che è la nostra situazione, vedasi decisione consiglio di stato e vari tentativi alla chetichella, di far approvare l'emendamento sulla riforma del settore, che avrebbe definitivamente messo la pietra tombale sulla nostra categ

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

Grande successo dell'iniziativa organizzata dall' Universal caffè presso l' Hotel Bellavista di Roseto. Il corso rivolto alle strutture appartenenti alla cooperativa Balneatori di Roseto e Pineto , e tenuto dai maestri della Master coffee Academy , ha avuto l'obbiettivo di dare a tutti gli operatori baristi dei cenni fondamentali sul mondo della caffetteria. Dalla storia del caffè, fino alla sua diffusione nel mondo, dalle regole fondamentali per ottenere un espresso di qualità fino a quelle per utilizzare in modo adeguato gli attrezzi e gli strumenti del mestiere. Il direttivo della cooperativa ci tiene a ringraziare l' Universal caffè ed in particolare il sig. Franco Pomponio che hanno dimostrato ancora una volta la loro vicinanza ai soci della stessa. Un ringraziamento particolare anche ai titolari dell 'hotel Bellavista che hanno messo a disposizione i propri locali per ospitare il corso.

-------------Partner cooperativa---------------------

-------------Partner cooperativa---------------------
Passione cinquant'anni in un chicco Profuma di casa e di terre lontane; è ospitalità, gentilezza, amicizia. E' famiglia. La storia di una famiglia che i suoi cinquant'anni li raccoglie e li sviluppa in un chicco di caffè.

-----------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------
Gelati - Ristorazione - Fast food Algida nasce nell'immediato dopoguerra. Il primo prodotto venuto alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino.