Passa ai contenuti principali

Concessioni balneari, allarme dei gestori sardi per la riforma Draghi approvata dal governo

Marzia Piga




La scelta di portare in Cdm la riforma delle spiagge è arrivata quasi a sorpresa e mentre Fdi si è scagliata contro quello che Giorgia Meloni ha definito il primo “atto di esproprio” per 30mila imprese italiane, le associazioni di categoria sono in allarme e minacciano barricate se il testo non verrà modificato in Parlamento.


Così in Sardegna tremano i titolari delle 1.200 concessioni balneari presenti lungo i 1.897 chilometri di coste – l’Isola è la Regione italiana con il maggiore sviluppo costiero. “Non siamo contenti – spiega Claudio Maurelli, presidente di Federbalneari Sardegna a Sardinia Post – stiamo sensibilizzando tutti i parlamentari sardi per la presentazione di un emendamento che modifichi il testo della bozza approvata dal governo”. In particolare, secondo Federbalneari, serve prima di tutto la mappatura di tutte le concessioni sarde, che avrebbero delle specificità rispetto a quelle delle altre regioni italiane: “Intanto sono concessioni piccole, con una grandezza media di 600 metri quadrati: più della metà arrivano a 200 metri quadrati, le restanti variano tra i 500 e i 2.000, e soltanto il 2 per cento è composto da concessioni pertinenziali, con strutture non amovibili”, sottolinea Maurelli. Inoltre si tratta di bassi fatturati e la norma inserita dal governo che lega le concessioni agli investimenti in Sardegna è problematica.


Federbalneari, in accordo con la Regione, punta intanto alla realizzazione di una mappatura di tutte le concessioni, anche quelle che riguardano mari e fiumi, per poi valutare il da farsi. Le associazioni sono in costante contatto in queste ore con l’assessore regionale degli Enti locali Quirico Sanna che segue l’evoluzione della situazione, ma alcuni non perdono le speranze di veder modificato nel passaggio parlamentare il testo.


“Siamo ancora alla fase della proposta e abbiamo una bozza di riforma, ora si apriranno i tavoli, soprattutto quello tra Stato e Regioni, per discutere delle singole misure”, sottolinea Claudio Del Giudice, presidente del Sia, Sindacato dei balneari. “La direttiva Bolkestein (da cui sono partite le procedure di infrazione e sono scaturite le sentenze della Cassazione ndr) è un’aberrazione, il nostro settore non doveva essere nemmeno inserito”, aggiunge. Il Sib non boccia la procedura di evidenza pubblica, “ma ci devono essere delle premialità per chi ha investito e ogni giorno si occupa della pulizia e della bonifica delle spiagge, servizi che non vengono mai tenuti in considerazione quando si parla di noi gestori – sottolinea Del Giudice – oltre che un tempo congruo al rientro degli investimenti, si pensi che in Spagna e Portogallo le concessioni durano 75 anni per le leggi che gli Stati hanno fatto a tutela delle imprese e che l’Italia invece non ha mai fatto”.

Commenti

Post popolari in questo blog

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

  La cooperativa è lieta di annunciare che nei giorni giovedì 17 Marzo e giovedì 24 Marzo , dalle 15.00 alle 18.00 , presso l' hotel BELLAVISTA di Roseto , si terranno dei corsi di formazione e aggiornamento riguardanti il mondo del caffè. I corsi sono rivolti ad i titolari e ad i dipendenti degli stabilimenti balneari, campeggi ed hotel che fanno parte della COOPERATIVA BALNEATORI DI ROSETO E PINETO . I corsi sono organizzati dalla UNIVERSAL CAFFE' e si terranno in collaborazione con la MASTER COFFEE ACADEMY . Il corso che si terrà giovedì 17 Marzo è rivolto ad i soci di Pineto  Il corso che si terrà giovedì 24 Marzo ad i soci di Roseto e Cologna qualora uno sia impegnato in una delle due date può tranquillamente partecipare all'altra indipendentemente se di Roseto e Pineto. I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI  La cooperativa Balneatori a nome del direttivo ci tiene a ringraziare la ditta UNIVERSAL CAFFE' per lo sforzo economico sostenuto per organizzare i corsi.

SIAMO FORSE IN DITTATURA ?

 DRAGHI CONTRO TUTTI Per le prima volta oltre a postare un articolo mi permetto di entrare più nel merito della questione facendo alcune considerazioni personali su quello che c'è scritto nel ritaglio di giornale pubblicato qui sopra. Io personalmente ho sempre avuto la sensazione che in realtà non stiamo combattendo contro la politica Italiana, o almeno solo con una parte di essa, la sensazione e che più che altro stiamo combattendo contro un solo uomo, il sig. Draghi , che in questi giorni si sta facendo portatore degli interessi dell'Europa, fregandosene completamente di quelli che sono gli iter che solitamente portano all'approvazione di qualunque provvedimento che riguardi il nostro paese. Questo concetto risulta ancora più palese in quella che è la nostra situazione, vedasi decisione consiglio di stato e vari tentativi alla chetichella, di far approvare l'emendamento sulla riforma del settore, che avrebbe definitivamente messo la pietra tombale sulla nostra categ

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

Grande successo dell'iniziativa organizzata dall' Universal caffè presso l' Hotel Bellavista di Roseto. Il corso rivolto alle strutture appartenenti alla cooperativa Balneatori di Roseto e Pineto , e tenuto dai maestri della Master coffee Academy , ha avuto l'obbiettivo di dare a tutti gli operatori baristi dei cenni fondamentali sul mondo della caffetteria. Dalla storia del caffè, fino alla sua diffusione nel mondo, dalle regole fondamentali per ottenere un espresso di qualità fino a quelle per utilizzare in modo adeguato gli attrezzi e gli strumenti del mestiere. Il direttivo della cooperativa ci tiene a ringraziare l' Universal caffè ed in particolare il sig. Franco Pomponio che hanno dimostrato ancora una volta la loro vicinanza ai soci della stessa. Un ringraziamento particolare anche ai titolari dell 'hotel Bellavista che hanno messo a disposizione i propri locali per ospitare il corso.

-------------Partner cooperativa---------------------

-------------Partner cooperativa---------------------
Passione cinquant'anni in un chicco Profuma di casa e di terre lontane; è ospitalità, gentilezza, amicizia. E' famiglia. La storia di una famiglia che i suoi cinquant'anni li raccoglie e li sviluppa in un chicco di caffè.

-----------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------
Gelati - Ristorazione - Fast food Algida nasce nell'immediato dopoguerra. Il primo prodotto venuto alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino.