Passa ai contenuti principali

Concessioni, aria tesa sulle spiagge, "Adesso per due anni stop agli investimenti"

 Marco Daddio, presidente dell’associazione balneari di Lido di Camaiore, esprime tutta la preoccupazione della categoria

Lido di Camaiore (Lucca), 17 febbraio 2022 - “Il riordino delle concessioni balneari? Per noi è una mazzata. Speriamo tutti in una proroga dello stato attuale, anche perchè la revisione del sistema demaniale ha bisogno di parecchi anni. E poi, che almeno ci venga dato il tempo di ammortizzare gli investimenti”. Non nasconde la sua amarezza e la sua preoccupazione Marco Daddio, presidente dell’associazione balneari di Lido di Camaiore.


“Adesso diventiamo delle aziende ‘aggredibili’ da chiunque e si fa sempre più concreto il rischio che sulle nostre coste arrivino grandi gruppi industriali dall’estero. “Il problema principale? È che la Bolkestein non tiene per nulla in considerazione la tipicità degli stabilimenti italiani. E poi manca del tutto la reciprocità. Io, concessionario italiano, non posso mica partecipare ad una gara in Spagna o in Francia…”. Il rischio concreto? Daddio non ha alcun dubbio: “Nei prossimi due anni ogni investimento sui bagni verrà bloccato. Non si sa ad oggi quale sarà il nostro futuro…. Non sappiamo come verranno effettuate le gare ed in che modo saranno garantiti gli investimenti ai concessionari uscenti. Speriamo che il dialogo tra i sindacati e le forze politiche dia qualche buon risultato. Altrimenti, per noi sarà davvero brutta”.


Solo a Lido di Camaiore ci sono circa 1500 impiegati nei 100 stabilimenti presenti. E 200 bagnini coprono 2,4 chilometri di costa, assicurandone la sua sicurezza da mattina a sera. “Abbiamo servizi di vigilanza professionali e, tanto per dirne una, defibrillatori in ogni bagno - rimarca Daddio -. Tutti questi aspetti legati alla sicurezza vanno considerati. Se un bagno x va all’asta, ne arriva uno y. Non arrivano le spiagge libere! E se giungono sulle nostre coste concessionari per un tempo più breve, è chiaro che tante tipologie di servizio andranno a scomparire, come la pulizia invernale delle spiagge, che è a nostro carico”.



Che estate attende i clienti dei bagni? “Noi saremo sempre col sorriso, com’è giusto che sia - risponde Daddio -. Ma il cliente dovrà iniziare a metabolizzare il fatto che potrebbe cambiare qualcosa di storico, che fa parte del dna delle nostre coste. Potrebbe sparire quel patrimonio di piccole imprese che da sempre offrono quell’atmosfera così familiare ai nostri stabilimenti”. Il rischio omologazione potrebbe essere dietro l’angolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

  La cooperativa è lieta di annunciare che nei giorni giovedì 17 Marzo e giovedì 24 Marzo , dalle 15.00 alle 18.00 , presso l' hotel BELLAVISTA di Roseto , si terranno dei corsi di formazione e aggiornamento riguardanti il mondo del caffè. I corsi sono rivolti ad i titolari e ad i dipendenti degli stabilimenti balneari, campeggi ed hotel che fanno parte della COOPERATIVA BALNEATORI DI ROSETO E PINETO . I corsi sono organizzati dalla UNIVERSAL CAFFE' e si terranno in collaborazione con la MASTER COFFEE ACADEMY . Il corso che si terrà giovedì 17 Marzo è rivolto ad i soci di Pineto  Il corso che si terrà giovedì 24 Marzo ad i soci di Roseto e Cologna qualora uno sia impegnato in una delle due date può tranquillamente partecipare all'altra indipendentemente se di Roseto e Pineto. I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI  La cooperativa Balneatori a nome del direttivo ci tiene a ringraziare la ditta UNIVERSAL CAFFE' per lo sforzo economico sostenuto per organizzare i corsi.

SIAMO FORSE IN DITTATURA ?

 DRAGHI CONTRO TUTTI Per le prima volta oltre a postare un articolo mi permetto di entrare più nel merito della questione facendo alcune considerazioni personali su quello che c'è scritto nel ritaglio di giornale pubblicato qui sopra. Io personalmente ho sempre avuto la sensazione che in realtà non stiamo combattendo contro la politica Italiana, o almeno solo con una parte di essa, la sensazione e che più che altro stiamo combattendo contro un solo uomo, il sig. Draghi , che in questi giorni si sta facendo portatore degli interessi dell'Europa, fregandosene completamente di quelli che sono gli iter che solitamente portano all'approvazione di qualunque provvedimento che riguardi il nostro paese. Questo concetto risulta ancora più palese in quella che è la nostra situazione, vedasi decisione consiglio di stato e vari tentativi alla chetichella, di far approvare l'emendamento sulla riforma del settore, che avrebbe definitivamente messo la pietra tombale sulla nostra categ

CORSO DI FORMAZIONE UNIVERSAL CAFFE'

Grande successo dell'iniziativa organizzata dall' Universal caffè presso l' Hotel Bellavista di Roseto. Il corso rivolto alle strutture appartenenti alla cooperativa Balneatori di Roseto e Pineto , e tenuto dai maestri della Master coffee Academy , ha avuto l'obbiettivo di dare a tutti gli operatori baristi dei cenni fondamentali sul mondo della caffetteria. Dalla storia del caffè, fino alla sua diffusione nel mondo, dalle regole fondamentali per ottenere un espresso di qualità fino a quelle per utilizzare in modo adeguato gli attrezzi e gli strumenti del mestiere. Il direttivo della cooperativa ci tiene a ringraziare l' Universal caffè ed in particolare il sig. Franco Pomponio che hanno dimostrato ancora una volta la loro vicinanza ai soci della stessa. Un ringraziamento particolare anche ai titolari dell 'hotel Bellavista che hanno messo a disposizione i propri locali per ospitare il corso.

-------------Partner cooperativa---------------------

-------------Partner cooperativa---------------------
Passione cinquant'anni in un chicco Profuma di casa e di terre lontane; è ospitalità, gentilezza, amicizia. E' famiglia. La storia di una famiglia che i suoi cinquant'anni li raccoglie e li sviluppa in un chicco di caffè.

-----------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------
Gelati - Ristorazione - Fast food Algida nasce nell'immediato dopoguerra. Il primo prodotto venuto alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino.